Gli acquisti in ORO delle Banche Centrali

Gli acquisti di ORO delle Banche Centrali.



Le Banche Centrali sono diventate grandi attori nel mercato dell'ORO e ora controllano il 10% della domanda totale del mercato. Ma non è stato sempre così.
Solo neppure 10 anni fa le Banche Centrali erano i principali fornitori attraverso la loro politica di dumping dell'oro sul mercato. Tuttavia, la strategia della Banca Centrale di vendere oro sul mercato per abbassare il prezzo, ha avuto l'effetto opposto.
Tra il 2003 e il 2007, secondo fonti del World Gold Council, le Banche Centrali hanno scaricato sul mercato 2.600 tonnellate d'ORO e sapete quale tipo di impatto hanno avuto la vendita di 84 milioni di once di ORO della Banca Centrale in quel periodo? Il prezzo dell'ORO è quasi raddoppiato, passando da 363 $ nel 2003 ai 695 $ nel 2007.
Vendite che hanno proseguito fino al 2009, con l'ultimo dato registrato di sole 34 tonnellate. Poi, dal 2010 le Banche Centrali sono state acquirenti di ORO  e non hanno mai più smesso. Tra il 2010 e il 2017 hanno acquistato quasi 3.700 tonnellate pari a 119 milioni di once d'ORO. Utilizzando i dati del WGC Demand Trends, le Banche Centrali hanno acquistato 193 tonnellate di ORO nel primo semestre di quest'anno 2018, rappresentando per l'appunto il 10% della domanda globale totale.
La maggior parte degli acquisti di metallo prezioso proveniva dalla Russia, Turchia e Kazakistan. Una bella differenza rispetto a poco più di un decennio fa, quando le Banche Centrali vendevano anziché acquistare.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci